Sentimenti, relazioni, sessualità

3 verità non negoziabili che devi fare tue prima di innamorarti

Heather Lynn Temple Heather Lynn Temple, 18 dicembre 2018
Sei davvero pronta per l'amore? Photocredit: Daniel Corneschi @Unsplash Sei davvero pronta per l'amore? Photocredit: Daniel Corneschi @Unsplash

Molte persone desiderano l'amore, ma non sono affatto pronte a viverlo.

Se chiedi alle persone cosa vorrebbero di più dalla vita, in molti ti risponderanno un vero amore, non è così? Tuttavia, molte persone che desiderano ardentemente una relazione non sono, in realtà, pronte a dare o a ricevere amore.

Ad esempio, quando chiedo alle mie clienti se sarebbero pronte ad amare e vivere un rapporto se l’uomo o la donna della loro vita si presentassero alla loro porta oggi stesso, la maggior parte di loro (forse sorprendentemente) risponde di no.

L’aspetto positivo è che le persone che ammettono di non essere pronte per una relazione sono persone consapevoli di sé. Anche se i motivi per cui non si è pronti a una vera storia sono vari. Alcune persone hanno una consapevolezza positiva del fatto di dover ancora crescere individualmente prima, altre sono semplicemente terrorizzate dal fatto di impegnarsi. E l’elenco potrebbe continuare.

L’aspetto negativo è che il potere dei nostri pensieri ha anche un lato oscuro. L’insicurezza ed altri pensieri negativi possono portarci a credere a storie che non portano né appagamento né felicità.

Ma, dall’altro lato della medaglia, noi possiamo scegliere di entrare in contatto con la nostra fonte interiore di saggezza, e capire cosa desideriamo davvero, e realizzare che le nostre convinzioni possono espandere – invece che limitare – la nostra prospettiva e il livello delle nostre esperienze.

Quindi chiudi gli occhi. Entra in contatto con la tua fonte interiore di saggezza e chiediti: sono davvero pronta per l’amore? Qual è la tua risposta?

Personalmente, ho molto penato su questa domanda. Ho fatto molto lavoro su me stessa dalla fine della mia ultima relazione, e sono arrivata ad una condizione di serena fiducia, che potremmo considerare di amore per me stessa. Mi sento pronta per l’amore. Ma come fa una persona a sapere di essere pronta per una relazione?

Beh, non c’è una risposta univoca a questa domanda. Ma ci sono alcuni segni che possono dirti se hai gli elementi fondamentali ci sono. Difatti, ho individuato tre cose che devi essere in grado onestamente dire a te stessa o di te stessa prima di poter dire di essere pronta ad amare.

1. "Non ho più bisogno di incolpare nessuno."

Di solito, quando ci sentiamo feriti, abbiamo bisogno di difenderci accusando qualcuno che ci ha fatto un torto. È così normale avere questa reazione istintiva: l’ego si protegge individuando il problema e la causa fuori invece di vedere cosa la nostra reazione ci dice di noi. Questo ci fa sentire al sicuro.

Ma in realtà, gli esseri umani sono proiettori viventi. La luce che proiettiamo sulla pellicola deriva da un sistema di convinzioni radicate profondamente dentro di noi e con cui spesso non siamo consapevoli. È attraverso queste luci che le nostre menti attribuiscono un particolare significato alle nostre esperienze.

Quando siamo in una relazione, noi sperimentiamo il nostro mondo interiore fuori da noi. In tutte le reazioni del nostro partner, troviamo tracce delle nostre convinzioni. In un certo senso il nostro partner agisce come uno schermo sul quale proiettiamo le nostre questioni aperte – sia in positivo che in negativo.

Quando sei bloccata in quel meccanismo che ti porta a incolpare gli altri invece di guardare dentro di te, non riesci a prendere vera consapevolezza di questi meccanismi e continui a fare fatica a creare una relazione sana.

Quando ti accorgi che non sei più bloccata in questo tipo di meccanismo, ci sono buone possibilità che tu sia pronta per il tipo di relazione che davvero meriti.

2. "Mi fido di me e accetto le mie emozioni – anche le più difficili da vivere."

Non so tu, ma io oggi mi sono svegliata umana. Continuo ad aspettare il giorno un cui mi sveglierò sovrumana, ma per adesso non è accaduto. Le emozioni – anche le più difficili e brutte da vivere – sono parte integrante dell’esperienza umana.

È inevitabile che sensazioni e sentimenti scomodi emergano in una relazione. Anzi è molto probabile perché sono proprio le persone che amiamo quelle a cui reagiamo più intensamente. È normale che noi proviamo queste cose; quel che conta e che fa la differenza è cosa facciamo di questi sentimenti.

Le emozioni difficili sono grandi maestri. Se siamo consapevoli di questo, possiamo ascoltare la loro saggezza. Se già usi questi sentimenti come maestri invece di soffocarli nello shopping, nel fatto di bere o di mangiare o in qualche altra via di fuga – allora va benissimo! La tua prossima relazione sarà una esperienza ricca di ispirazione per te.

3. "Ho la profonda consapevolezza di essere una persona completa."

C’è molto da dire sull’amore di sé. Io sono molto felice che questo sia un tema così attuale (specialmente nel mondo del benessere). Ciascuno di noi dovrebbe davvero desiderare amarsi.

Il tipo di amor proprio al quale mi riferisco non consiste nel ripetersi frasi o mantra o nel lasciare post-it con dichiarazioni di amore attaccati allo specchio del bagno. Queste cose vanno bene, ma il vero amore di sé non si ottiene forzandosi o auto-convincendosi. È una tranquilla e pacata conoscenza che arriva dal vederti e dall’accettarti come sei, luci ed ombre comprese.

Sei convinta di queste cose? Allora sei pronta per chiederti: sono pronta per l’amore?

Non lasciare che la paura ti trattenga. Apriti alla consapevolezza che forse le tue convinzioni stanno limitando le tue esperienze, e che fidarti di te potrebbe aprirti la strada verso qualcosa di veramente bello. Meriti un amore bello, profondo e capace di darti vera felicità.

***

Questo articolo è stato tradotto e pubblicato grazie all'autorizzazione dell'autrice. Puoi trovarne la versione originale qui.


Heather Lynn Temple

Heather Lynn Temple, di Heather Lynn Coaching, è una love coach certificata (Creative Love™) che si è specializzata nel sostenere... Scopri di più sull'autore