Benessere, forma, bellezza

11 cose che ho scoperto smettendo di bere

Mike Fishbein Mike Fishbein, 21 maggio 2016
Smettere di bere cambia per il meglio gli equilibri del tuo corpo Smettere di bere cambia per il meglio gli equilibri del tuo corpo

Smettere di bere anche solo per un periodo limitato provoca nel tuo corpo cambiamenti sorprendenti.

Non mi ero mai reso conto di quanto sia difficile smettere di bere. Ho fatto un mese analcolico a gennaio 2014, giusto 12 mesi prima di smettere, ma la seconda volta è stato molto più difficile.

Non penso di avere mai avuto un problema serio di alcolismo, ma sicuramente non era qualcosa che mi facesse stare bene. Siccome mi piace sperimentare cose nuove per provare sulla mia pelle ciò che mi fa stare meglio, ero molto curioso di vedere l’effetto che mi avrebbe fatto smettere di bere.

Qui a New York è difficile non bere. Quasi tutti lo fanno. Per la maggior parte delle persone è la principale attività da condividere quando si sta insieme. Per festeggiare una promozione al lavoro, di solito si va fuori a bere. Se sei giù perché sei stato mollato, vai a bere con gli amici. Se esci a divertirti, andare a bere è praticamente automatico.

Mi sono ritrovato a bere 4 sere la settimana. Nemmeno tantissimi drink, giusto qualcuno.

A volte bevevo parecchio ed il giorno dopo mi ritrovavo del tutto improduttivo. Spesso nel weekend facevo tardissimo uscendo a bere e questo sballava tutti i miei buoni propositi della settimana riguardo al sonno. Impariamo presto che bere danneggia le cellule cerebrali. Ma quando cominciamo a farlo, ci accorgiamo di quanto sia piacevole e quindi dimentichiamo, o ignoriamo, quanto possa essere dannoso per noi.

Smettendo di bere per un mese a gennaio 2014, avevo avuto la netta sensazione che il mio cervello lavorasse due volte più veloce. Mi sentivo concentrato e motivato. E così ho avuto voglia di riprovarci adesso e di focalizzare le energie ritrovate sul lavoro e vedere i cambiamenti.

Ecco le 11 cose che ho scoperto eliminando l’alcol dalla mia vita per un mese.

1. La qualità del sonno migliora

Ho notato che dormo meglio. Mi addormento più facilmente, dormo profondamente e al risveglio mi sento rigenerato. È bello dormire ininterrottamente senza risvegli durante la notte. Prima non mi svegliavo quasi mai prima che suonasse la sveglia. Adesso praticamente una sveglia non mi serve affatto! Mi sveglio naturalmente ed è bellissimo.

Pensavo che bere mi aiutasse a dormire e che mi facesse addormentare prima, ma non era così. Magari bevendo mi addormentavo prima, ma la qualità del mio sonno era peggiore. Semplicemente al mattino non mi sentivo riposato e quando sono assonnato semplicemente non sono produttivo.

2. Si risparmia considerevolmente

Bere può essere un hobby parecchio oneroso. A New York un drink può costare tranquillamente sette dollari. Se bevi qualche drink a serata qualche sera la settimana, alla fine avrai spesso una sommetta considerevole.

Quando vai a cena fuori, spesso spendi più per le bevande che per il cibo. Soprattutto se decidi di ordinare una buona bottiglia.

Non bevendo, risparmio un sacco di soldi. Con quello che mi resta, posso uscire una volta di più, investire nel mio business, risparmiare o spendere per altre attività che amo.

3. L'ansia si riduce

Molti, consapevolmente o meno, bevono per controllare l’ansia. E può sembrare che funzioni. La maggior parte delle persone si sentono più rilassate e socievoli quando bevono.

Ma la realtà è che l’alcol causa ansia. È un sedativo.

Mi sentirò ansioso nel momento in cui perdo il controllo in pubblico. Mi sentirò ansioso svegliandomi al mattino e non riuscendo a ricordare quello che ho fatto la sera prima.

Adesso, sono più a mio agio nelle situazioni di socialità da sobrio perché mi sento maggiormente in controllo.

4. La chiave è la moderazione

In molti aspetti della vita, la moderazione è la chiave di tutto. E vale anche per il bere. Attualmente io bevo una volta ogni paio di mesi circa. E bevo solo pochi drink ogni volta.

C’è gente che si “distrugge” di alcool e tuttavia non ne risente il giorno dopo. Beh, io non sono uno di loro. Alcune persone riescono a bere due drink e fermarsi. Non sono nemmeno uno di loro.

È più facile per me non bere affatto che bere un solo drink.

5. Il sesso è bello anche da sobri

La mia ragazza ha accettato di smettere anche lei di bere con me per quel "famoso" mese. Penso che questo abbia fatto molto bene alla nostra relazione. Ci siamo conosciuti su un livello più personale e intimo.

È imbarazzante per me da dire, ma fare sesso da sobri è qualcosa che mi ha spinto fuori dalla mia comfort zone. Il sesso è un atto molto personale, che ci rende vulnerabili. Molte persone ne sono consapevoli. Ed usano l’alcol proprio per eliminare il nervosisimo che hanno riguardo al sesso. L’ho fatto anche io in passato. E sono contento di non farlo più perché questo mi ha permesso di di stabilire una connessione emotiva più forte con la mia partner.

6. Le abitudini si possono cambiare

Una delle cose migliori del non bere è avere interrotto quell’automatismo che mi portava a pensare di andare a bere ogni volta che mi chiedevo cosa fare. Prima, quando finivo di lavorare e organizzavo del tempo libero, mi sarebbe stato automatico chiedere ai miei amici di uscire a bere. La forza delle cattive e buone abitudini.

Nel momento in cui mi sono preso una pausa dall’alcol, uscire a bere non era più una opzione. Quando ho finito il mio mese pausa, ho sperato di mantenere questa forma mentis anche se avessi ripreso a bere (occasionalmente e con moderazione). Mi aspettavo che sarei stato felice di sostituire le bevute con altre attività piacevoli che ho scoperto quando non bevevo.

Avevo ragione. Le attività a cui mi sono “convertito” adesso che non bevo includono i caffè, la lettura, andare fuori a mangiare, passeggiare.  Tutte queste attività sono ovviamente molto più sane ed utili del bere.

7. Non bere non è facile

I giorni tra il quinto ed il quattordicesimo sono stati i più duri. I primi giorni non ho avuto problemi perché non bevevo regolarmente anche prima e quindi era impossibile che l’astinenza si facesse sentire in fretta. Dopo il dodicesimo giorno, ho avuto la netta sensazione di essermi “disintossicato”. Quindi ho cominciato a sentirmi meglio, ad avere più energia e dormire meglio. Non mi ero “dimenticato” dell’alcol, ma comunque era diventato più facile farne a meno.

Quando vedevo gli alcolici, avrei desiderato berli. Mi piace davvero il gusto della buona birra e del wiskey, e questo rende le cose più difficili. Ricordo che una mattina, facendo colazione al banco di Delicatessen, un caffè che mi piace molto a Soho, avevo la loro collezione di alcolici proprio davanti a me e guardarla mi ha reso ansioso. Ma ho ignorato questa sensazione.

Adesso, ogni volta che sento l’impulso di ordinarmi un drink, mi concentro su quanto io mi senta bene senza. Penso a quanto mi sentirò in form il giorno dopo. Lascio passare il momento. Sono fiero di me quando lo faccio. Sono più forte per il fatto di riuscire a superare indenne questi momenti.

In certi giri, è socialmente inaccettabile non bere. Le persone vogliono coinvolgerti. Perfino mia madre ha cercato di farmi bere – voleva vedere che mi divertissi. Per fortuna ho anche amici che non bevono e che hanno piacere di fare attività che non implichino tenere un bicchiere in mano.

8. Posso mangiare di più

L’alcol contiene tantissime calorie. Bere tanto ti può fare ingrassare. E quindi un vantaggio che ho scoperto del non bere consiste nel dimagrire, o nel potere assumere le calorie perse sotto forma di ottimo cibo.

Personalmente non volevo dimagrire. E quindi ho iniziato a mangiare di più. Posso mangiare tanto di tutto! E senza ingrassare perché sto comunque assumendo meno calorie di quando bevevo.

9. Le sbornie sono peggio di quanto avessi realizzato

Dopo avere smesso di bere per un tot, la mia resistenza all’alcol è crollata. La buona notizia è che mi basta bere due birre per sentirle. Ma non ne vale la pena, perché le sbornie sono una BRUTTA ROBA.

Questo mi ha incentivato a non bere e ha alimentato la mia personale campagna contro l’alcol. Le sbornie mi fanno realizzare quanto il bere faccia male al mio corpo. E quanto rovini le mie giornate. Io non voglio questo. Quando sono tentato di bere, mi concentro a su come mi sentirei il giorno dopo, e questo mi aiuta a formulare una scelta più razionale.

10. Non frega a nessuno (se non bevi)

Sono entrato in un bar. L’odore di alcol mi ha fatto venire voglia di ordinare sei drink e mettermi a fare casino. Ho incontrato amici. Mi sono messo le mani in tasca cercando di evitare la sensazione di imbarazzo di non avere un drink in mano.

“Mike, vuoi una birra?”

Ecco. La domanda fatidica era arrivata prima che pensassi.

“No grazie, amico. Stasera non bevo”

Sorriso “Wow, notevole”. E la conversazione è finita.

Tutto qui? Ha forse continuato a farmi domande tutta la sera finché non avessi ordinato un drink? Assolutamente no.

Ho osservato la situazione e non è accaduto nulla. Il mio amico ha preso una birra. Io me ne sono stato al mio posto. Non ho più 15 anni, non mi si può pressare a fare qualunque cosa.

Ho realizzato ben presto che alla gente interessava ben poco che io bevessi o meno. Gli altri hanno rispettato la mia decisione e non mi hanno forzato a bere. È vero che bere è una abitudine comune e che in molti lo fanno, ma molte diffuse generalizzazioni sul bere si sono rivelate, a conti fatti, sbagliate. Era tutto nella mia testa, in realtà.

11. Sperimentare è l'unica via per imparare

Se sospetti che bere ti stia provocando ansia, che ti impedisca di raggiungere il successo, o che alteri il tuo ritmo sonno-veglia, prova anche tu a smettere di bere per un mese. Fai questo esperimento e osserva cosa ti accade. Io non mi ero mai accorto di quanto bevessi prima di smettere. Potresti essere sorpreso da quanto il bere ti condizioni.

Smettere di bere ha ridotto la mia ansia, migliorato le mie finanze, migliorato la qualità del mio sonno, migliorato le mie relazioni e soprattutto ha aumentato enormemente i miei livelli di concentrazione e di energia. Adesso gli effetti collaterali negativi del bere mi sembrano evidenti, ma evidentemente prima avevo scelto di ignorarli.  

Sapere che potrai bere ancora dopo e che nessuna abitudine è invariabile può ridurre la pressione sulla tua scelta di smettere per un mese. Spero che tu possa prendere dei buoni spunti dalla mia esperienza e provare a tua volta.

Di smettere con l'alcol ha parlato su Costellazione anche la coach Shelly Bullard, qui

***

Puoi leggere la versione originale di questo articolo, tradotto e pubblicato su cortese autorizzazione dell'autore, a questo link. 


Mike Fishbein

*Mike Fishbein vive a New York ed è un affermato esperto ed autore in materia di sviluppo personale e marketing. Consulta il sito... Scopri di più sull'autore