Cosa vuol dire davvero essere attraenti?

Emily Pereira Emily Pereira, 13 febbraio 2019
Alimentare la propria luce interiore - Photocredit: Jamie Brown@Unsplash Alimentare la propria luce interiore - Photocredit: Jamie Brown@Unsplash

Essere davvero attraenti è una qualità che nasce dalla radiosità, che nasce a sua volta dall'interiorità

Da Cleopatra alle Cinque Terra, la devozione alla grande bellezza sembra essere indissolubilmente intrecciata al nostro DNA. I benefici, dimostrati dalla ricerca, dell'essere attraenti sembrano abbastanza convincenti da spingere le persone ad una continua ricerca di questa bellezza, ma, dopo aver trascorso 30 anni impegnata in questa ricerca, penso di avere qualcosa da aggiungere a questa storia.

Nel tempo, ho imparato ad interpretare concetti come "bellezza" o "essere attraenti" in modo diverso - e cioè non in termini di caratteristiche fisiche ma pensando a quella qualità che io definisco come radiosità. La radiosità è quel non so che che fa girare le teste quando qualcuno entra in una stanza. La radiosità apre porte lì dove c'erano muri. Non ha nulla a che vedere con l'età, la magrezza o altre caratteristiche fisiche. Non fa differenza di razze e classi sociali. E a dispetto di quanto ti suggeriscono le pubblicità nei negozi di cosmetici, questo tipo di luminosità non può essere comprata, sfumata sugli zigomi, o iniettata.

Perché questa radiosità è, essenzialmente, energia. E' luce. E' vita.

Cosa significa davvero "essere attraenti"

Per anni, ho agito adeguandomi alle aspettative del mio ambiente di lavoro, che era nella lista dei Fortune 100. Mentre salivo i gradini della gerarchia aziendale, ho riempito i miei armadi delle famose scarpe di lusso dalle suole rosse, partecipato a svendite di vestiti costosissimi, adornato il mio corpo con cose luccicanti – un tentativo inconscio di compensare la luminosità interiore che, sentivo, mi mancava. Mi concedevo ogni genere di lussi da primo mondo e non avevo alcun problema a trovare uomini con cui uscire o a vivere brevi relazioni, ma ero confusa sul perché, dopo tutto questo impegno, non avessi ancora attratto un vero amore, costruito una mia famiglia, o una cerchia di veri amici, cioè tutte le cose che desideravo più ardentemente.

Ancora non avevo imparato che l’energia attrae energia affine; è una vera e propria legge supportata dalla fisica quantistica. Una persona la cui luce interiore è accesa diventa un magnete di amori travolgenti, amicizie solide, gruppi affettuosi, inviti eccitanti ed opportunità, abbondanza, sesso di qualità. Una persona la cui luce è spenta è respingente per tutte queste esperienze.

In altre parole, noi non attraiamo ciò che vogliamo. Attraiamo ciò che siamo.

E allora, come puoi sapere se la tua luce è accesa?

Dunque, una persona la cui luce interiore è accesa attrae altre persone la cui luce interiore è anch’essa accesa. Ma come fai a sapere se la tua luce è accesa? È abbastanza semplice. Puoi scoprirlo quando vuoi, dove vuoi, ed è gratis. Sintonizzati su te stessa e rispondi a queste domande:

Al risveglio, sei autenticamente felice di iniziare un nuovo giorno?

Ti senti appassionata di ciò che stai creando?

Sei piena di energia e grata per tutto ciò che hai?

Se hai risposto con uno squillante Sì, allora evviva! La tua luce interiore è accesa.

Se invece trovi irritanti questo genere di domande… allora probabilmente la tua radiosità è ubriaca e nascosta sotto il tavolo di un bar, da qualche parte. Ti capisco, anche la mia è stata lì per anni. Anche se non avevo idea che fosse la luce a mancarmi; pensavo semplicemente che la vita fosse dura. Ero molto seria, più di quanto mi piaccia ammettere. Mi sforzavo tantissimo, eppure continuavo a non ottenere quello che volevo, e di conseguenza mi punivo per non aver fatto di più. Avevo un enorme set di valigie pieno di risentimento, e a parte quelle poche ore dopo la colazione, ero quasi sempre esausta. È superfluo dire che la mia luce era fioca e tremolante.

Non importa se una persona ha 9 anni o 90, si accorgi se la sua luce è accesa. Queste persone sono affabili. Riesci ad entrare in relazione con loro. Sono aperte e piene di vita. Senza fare alcuno sforzo, fanno sentire meglio gli altri intorno a loro. Quando entrano in una stanza, non importa cosa indossino, cosa dicano, o cosa facciano, semplicemente brillano con la loro semplicità, grazia, gioia.

E dall’altro lato, quando la luce di una persona è spenta, lo senti ugualmente, no? Avverti diffidenza. Senti che devi muoverti con cautela, e che non sai cosa aspettarti. Ti giudicheranno, ti respingeranno, avranno del risentimento verso di te? Proveranno a darti delle dimostrazioni della loro forza? Queste persone sembrano a disagio con sé stesse, il che rende disagevole stare intorno a loro.

Le ricerche hanno mostrato che noi sentiamo molte cose ad un livello intuitivo: diversi studi hanno evidenziato che preferiamo persone che mostrano calore e sono sorridenti, ed alcune ricerche hanno mostrato altresì che noi inconsciamente sentiamo le emozioni delle persone intorno a noi e tendiamo a rispecchiarle. Se qualcuno irradia energia positiva, noi la interiorizziamo e ci sentiremo allo stesso modo quando avremo queste persone nei paraggi. Ma se queste persone sono piene di negatività, lo sentiremo ugualmente – e probabilmente sentiremo l’impulso di allontanarci.

Queste due tipologie di persone si presentano al mondo in modi completamente diversi, ma c’è una sola vera e grande differenza tra di loro: il tipo di informazioni che usano per potenziare loro stesse e le loro vite.

Come la nostra visione della vita può isolarci dagli altri

Le tue convinzioni danno forma ai tuoi pensieri, e i tuoi pensieri (consapevoli o inconsci) determinano se la tua luce è accesa o spenta.

La buona notizia è che se hai inconsciamente spento la tua luce, puoi recuperare perché luce è ciò che tu sei nella tua essenza. Sono le false idee che la società promuove e che tu accetti che ti portano ad affievolirla.

Qui sotto troverai tre delle più grandi false idee che molti di noi accettano, con le verità che esse nascondono. Una volta che fai a meno di queste false convinzioni, comincerai a sentire la tua fiamma bruciare ancora – e ti accorgerai di trasmettere anche agli altri questa stessa luce.


Prima falsa idea: la vita è dura, e mi succedono solo cose brutte

Verità spirituale: tu e solo tu sei responsabile per chi e cosa c’è nella tua vita.

Quando ho imparato questa lezione, avevo appena scoperto che l’uomo col quale pensavo avrei passato la mia vita mi aveva tradita, ero stata abbandonata da tutto il mio gruppo di amici, e stavo combattendo con problemi di salute. Nel tempo, ho realizzato di essere personalmente responsabile di aver creato tutto questo – una scoperta che è stata al tempo stesso terrificante e positiva.

Il cambiamento di prospettiva chiave è capire che la vita non accade a te ma PER te. Non importa se la tua attuale situazione sia dolorosa o scomoda, stai sempre creando la tua vita per il tuo stesso beneficio e la tua evoluzione. Quando le cose si fanno difficili, chiediti: perché sto creando questo? E quindi, trova il dono nascosto nella situazione. Tutto ciò che vivi contiene un dono di qualche tipo. I doni non saranno gli stessi che hai ricevuto in passato, anzi si tratta spesso di guadagnare maggiore consapevolezza su di te e sul tuo percorso, nel momento in cui riconosci il ruolo che tu stessa giochi nel modellare la tua vita.

Questa comprensione ti porta al perdono ed alla compassione verso te e verso gli altri, cioè ad una frequenza energetica molto più alta. Scoprire i doni ti dona una vibrazione di gratitudine, il che non solo è puro nutrimento per la tua radiosità ma anche il fondamento per manifestare un’abbondanza ancora più grande.

Seconda falsa idea: Devo essere perfetta per meritare approvazione, accettazione ed amore

Verità spirituale: anche se non lo senti adesso, dentro di te c’è una sorgente nascosta di passione che vive dentro di te.

Adesso guarda fuori dalla finestra. Vedi forse un albero perfettamente dritto? Un fiore perfettamente simmetrico? La perfezione è una illusione e non esiste nel mondo naturale. E anche tu, amica mia, sei parte del mondo naturale. Lottare con te stessa per raggiungere la perfezione significa inchinarsi ad uno standard che non esiste realmente, e quindi metterti in una costante posizione di giudizio e critica verso di te. Il giudizio ha una frequenza energetica molto forte che blocca la luce e la frequenza veloce della passione creativa. È facile giudicare, ma chi giudica è la persona meno felice di tutte.

So che ci sto andando duro! Ma considera che le ricerche hanno mostrato che gli errori rendono le persone accattivanti: in uno studio ormai classico, i ricercatori hanno chiesto agli studenti di osservare delle persone mentre facevano un test, e le persone che hanno fatto bene il test ma hanno anche versato il caffè sono risultate più simpatiche di quelle che hanno superato il test ma non hanno versato nulla. Avere dei difetti ti rende più accessibile, perché la perfezione non ha alcun punto di apertura.

La verità è che non hai bisogno di essere perfetta per partecipare alla vita: devi semplicemente concederti di essere una principiante. Di un principiante non si suppone che debba sapere nulla, quindi non può fallire. Con questo semplice cambio di prospettiva, ho risvegliato la mia dormiente passione creativa e scritto un romanzo; ho imparato a suonare la chitarra, a cantare e scrivere canzoni; a dipingere enormi tele, a ballare il burlesque – questo dopo essere stata convinta di non avere alcuna creatività per i primi 32 anni della mia vita. Darti il permesso ti porta alla passione, che ti porta all’impegno. Una persona appassionata e focalizzata su uno scopo ha un fuoco nel suo cuore e una luce nei suoi occhi che è qualcosa di estremamente contagioso.

Terza falsa idea: Se mi prendo cura di tutti intorno a me, starò bene

Verità spirituale: il tuo cuore ha qualcosa da dare agli altri solo se è pieno.

Immagina di essere un bambino di 5 anni, e che la tua maestra ti dia un piatto di biscotti al cioccolato dicendoti di darne uno a tutti i bambini della classe e quindi di prenderne uno per te. Sei felice perché ami i biscotti e non hai problemi di dieta gluten free. E dopo aver distribuito i biscotti, abbassi lo sguardo e vedi che ci sono solo poche misere briciole rimaste nel piatto per te.

Come ti senti? Delusa? Risentita? Fregata? Affamata?

Adesso immagina una scena diversa. La maestra ti dice di prendere un biscotto per te e distribuire gli altri biscotti agli altri bambini. E quando arrivi all’ultimo bambino, ancora una volta nel piatto ci sono solo briciole.

Quale sarebbe la tua pulsione naturale? Forse vorrai prendere il tuo biscotto e dividerlo in due con il tuo compagno?

La verità è che è molto difficile per te essere davvero di aiuto agli altri, al mondo, alla tua famiglia, a te stessa se non dai prima a te. Nulla porta via la tua luce come il risentimento. La lampante verità è che quando dai a te prima, ti senti in una condizione di abbondanza e dare agli altri diventa una conseguenza naturale di ciò che sei.

Hai già dentro di te le chiavi per attrarre le persone che vuoi nella tua vita.

Sì, può darsi che davvero le persone attraenti ottengano naturalmente molte cose buone nella vita. Ma quando ridefiniamo cosa significhi essere attraenti, il concetto inizia a prendere senso.

Una volta che mi sono focalizzata sulla mia interiorità e ho iniziato a far brillare la mia luce, sono rimasta sbalordita nell’accorgermi in quanto poco tempo ho attratto a me una piccola e solida tribù di amiche; un uomo sexy e devoto con cui ho costruito una famiglia (a 38 anni!); e clienti con cui è nata una vera sorellanza. Ho capito che anche se il make-up, la moda di avanguardia e tutti i lustrini possono essere divertenti, la chiave del vero magnetismo risiede dentro di te.

Non importa se sei rotonda o sottile, giovane o vecchia, ricca o di mezzi più modesti, quando la tua luce è accesa è praticamente impossibile che gli altri non ne siano attratti.

***

Questo articolo è stato tradotto e pubblicato grazie all'autorizzazione dell'autrice. Puoi trovarne la versione originale sulla rivista di benessere e lifestyle Mindbodygreen, qui.


Emily Pereira

Emily ha trascorso 15 anni lavorando in una delle società della lista Fortune 100 – cercando felicità ovunque (a parte i posti dov... Scopri di più sull'autore