L'antica arte di creare ricchezza...applicata alla tua vita

TheBloomingJourney TheBloomingJourney, 26 settembre 2014
Tendi ad essere passiva nella gestione dei tuoi soldi? Tendi ad essere passiva nella gestione dei tuoi soldi?

Hai mai notato quanto poco le donne amino occuparsi di faccende finanziarie?

Hai mai notato quanto poco (e male) le donne – in generale – si occupino di faccende finanziarie? Le donne, di solito, sono perfettamente in grado di risparmiare se lo decidono, ma sono, generalmente, restie a prendere decisioni importanti ed "attive" sulla gestione del loro stesso denaro. Di conseguenza, tenderanno a delegarle ad un familiare, di solito al padre o ad un fratello prima, e ad un compagno poi. E invece sarebbe un gran bene emanciparsi anche in questo, accettare la sfida di rendersi indipendenti non solo economicamente ma anche – per così dire – patrimonialmente. Smettendo di delegare ad altri, dando così per scontato ciò che tale non è: innanzitutto che ci sia sempre un uomo a cui appoggiarsi e, poi, che quest’uomo sia un gestore capace, accorto e… onesto.

Creare ricchezza è un’arte antichissima e intramontabile che è bene le donne imparino. E' saggezza atavica. Diventare sveglie e capaci in queste faccende è una faccenda stimolante, che ti renderà più capace di gestire la tua vita a tutto tondo, e ti conferirà potere. Anzi, è un passaggio necessario se vuoi smettere di comportarti da bambina e diventare una donna completa, in grado di realizzare pienamente ed in autonomia tutte le sue potenzialità. Cominciamo subito con qualche indicazione pratica.

1. Smetti di pensare a te stessa (solo) come ad una lavoratrice ed impara a concepire te stessa come “wealth builder” (costruttrice di ricchezza)

La tua ricchezza non dipende solo da quello che hai, ma soprattutto da ciò che fai con quello che hai. Il principio di base è che puoi creare ricchezza investendo i tuoi soldi in beni il cui valore aumenta più di quanto l’inflazione e le tasse ti portino via.

2. Fatti aiutare e consigliare

Prendi atto una volta per tutte che delle tue finanze devi occuparti TU, in prima persona. Ma questo non significa che tu debba farlo da sola. Ci sono ottimi consulenti finanziari in giro. A patto che tu non ti relazioni con loro come faresti col tuo principe azzurro o con tuo padre, lasciandogli carta bianca e disinteressandoti di tutto. Occhi aperti sempre, rimane vigile e attenta con chi gestisce i tuoi soldi. Fai domande e cerca di capire. Non acconsentire ad investimenti che non sei in grado di comprendere. Analogamente, se il tuo consulente ti suggerisce di liquidare un investimento, fatti spiegare il perché della tempistica che ha scelto.

Come fai a trovare un buon consulente finanziario? Il passaparola può essere un ottimo modo.

3. Inizia a muoverti nel mondo finanziario come un bambino ai primi passi

Cioè con curiosità, entusiasmo e la giusta dose di timore. Comincia a leggere qualcosa in materia ogni giorno, nelle pagine economiche dei quotidiani. Compra un manuale adatto a principianti della materia. Comincia a diventare familiare con il gergo finanziario. Pian piano le nebbie si diraderanno!

4. Non aspettare di trovarti “nei casini” per iniziare

La maggior parte delle donne non diventano davvero attive nella gestione delle loro finanze finché non si imbattono in grossi problemi (ad esempio: un compagno giocatore d’azzardo o semplicemente con le mani molto bucate) ma una crisi è precisamente il momento peggiore per iniziare. Intanto perché rischi di agire assai poco razionalmente e poi perché le circostanze possono costringerti a scelte per nulla ottimali: ad esempio svendere la tua casa o dei tuoi titoli per esigenze urgenti di liquidità. Cerca di essere previdente e di prendere le redini delle tue finanze in mano quando sei in una situazione serena.

5. Impegnati in modo costante nel progetto di costruire il tuo patrimonio

Inizia a pensare a lungo termine. Costruire un patrimonio personale E’ un progetto a lungo termine. Pianifica le tue spese. Tieni un file dove annoterai le spese correnti e gli investimenti. Fissa un obiettivo medio mensile di risparmio: se per un mese non lo raggiungi, impegnati a recuperare nei mesi successivi. Distingui le spese per categorie (abbigliamento, cosmetici, alimentari ecc.) per poter individuare in quali aree eventualmente si annidano i tuoi eccessi di spesa. Tieni duro, non abbandonare il tuo progetto alle prime difficoltà. Accetta di fare dei sacrifici, se occorre, per raggiungere i tuoi obiettivi.

donna ricca grande j

6. Tieni presente che non ti occorrono delle enormi entrate per creare il tuo patrimonio

Una buona idea è trasferire dal tuo conto corrente ad un conto risparmio una cifra fissa ogni mese. Questo ti aiuterà a regolarti nelle spese e ben presto avrai a disposizione una cifra sufficiente ad iniziare con i primi investimenti.

7. Comprendi la regola base del mondo degli investimenti, e cioè che generalmente un alto rendimento atteso corrisponde ad un rischio altrettanto elevato

Diffida sempre da investimenti che ti prospettano rendimenti mirabolanti a meno che non ricorrano due condizioni: che l’investimento sia proposto da una banca (o altro operatore finanziario) sicuramente affidabile e che tu sia disposta ad accollarti una buona dose di rischio. Anche quando queste condizioni siano verificate, fa in modo da investire in prodotti ad alto rischio solo una porzione molto piccola del tuo patrimonio complessivo (orientativamente: massimo un 10% del tuo patrimonio finanziario ed un 5% del tuo patrimonio complessivo). Fai conto che investendo in fondi comuni diversificati, che seguono l’andamento dei mercati, difficilmente nel lungo periodo soffrirai delle perdite (per lungo periodo si intende un orizzonte di circa 10 anni). Considera anche che, se investi su un orizzonte breve, rischi di subire gli alti e bassi del mercato perché potresti essere costretta a vendere in una fase negativa del mercato. Al contrario, quando ti parametri ad un orizzonte medio/lungo, il rischio di dover vendere in perdita è più contenuto. Tieni presente che se ti astieni dall’investire i tuoi soldi, sicuramente soffrirai una perdita legata all’erosione del potere d’acquisto causata dall’inflazione.

8. Parla di argomenti finanziari con amici e parenti

Parla con amici e familiari della tua esperienza finanziaria e confrontati con loro. Condividi esperienza e sappi che puoi imparare molto dalla loro. Tra le tue conoscenze c’è sicuramente qualcuno di più competente di te in fatto di economia: confrontati con questa persona e cerca di imparare il più possibile.

9. Ricorda che gestire (bene) le tue finanze ti rafforza e ti emancipa come persona

Prenderti carico della gestione finanziaria della tua vita è un’esperienza che ti trasforma, ti emancipa, ti regala competenza ed esperienza, ti rende più solida ed abile a tutto tondo. E’ questo quello che gli americani chiamano empowerment. Se lo preferisci, puoi documentarti anche su numerosi prodotti di finanza etica che il mercato oggi offre, che ti aiuteranno a coniugare la tua giusta ambizione di accrescere la tua ricchezza con obiettivi benefici e con la tua particolare sensibilità sociale.


TheBloomingJourney

Quarantenne, milanese di adozione, appassionata di psicologia pratica, avida nello studiare e generosa nello scrivere di crescita... Scopri di più sull'autore