4 passi per semplificarti la vita ed essere più felice

Patrick Banks Patrick Banks, 29 aprile 2017
Ridurre stress e ansia Ridurre stress e ansia

Meno cose, più libertà

Per fortuna, sempre più persone mettono ordine nella loro vita, si organizzano meglio e comprendono che abbiamo bisogno di meno cose materiali per avere più libertà.

Un aspetto che viene spesso dimenticato, però, è quello del nostro benessere spirituale. Che è altrettanto importante della nostra salute fisica, ma che tendiamo ad ignorare quando ci impegniamo a cambiare e a migliorare la qualità della nostra vita.

Siamo costantemente bombardati da tutti i pensieri che ronzano nelle nostre teste - che sono troppi e, spesso, troppo negativi - e così alimentiamo stress ed ansia. E quindi, lo stress e l'ansia ci portano a situazioni spiacevoli di tutti i tipi.

Essere stressati ci impedisce di restare ben focalizzati e di dare il meglio nello studio o nel lavoro. L'ansia non ci permette di goderci la vita per ciò che essa è oggi perché ci porta a preoccuparci costantemente di cosa accadrà domani. La negatività ci rende lamentosi e influenza chi ci sta accanto.

E potrei andare avanti all'infinito perché le conseguenze del non fare ordine dentro di sé sono innumerevoli. Ma per adesso, concentrati sul trovare una soluzione. Come puoi fare ordine nella tua mente e nella tua anima per vivere con più pace, felicità, e libertà?

Ecco alcuni modi di farlo che funzionano alla grande.

1. Lascia andare il passato.

Un meccanismo mentale negativo che spesso sviluppiamo inconsciamente è pensare ad eventi del passato e portare nel presente tutti i sentimenti negativi che associamo ad essi. Di conseguenza, letteralmente riviviamo quegli stati d'animo e ne soffriamo nuovamente.

Che si tratti di una rottura, di un ricordo doloroso, di un errore che hai fatto, o di come altri ti hanno trattato quando eri in una situazione di insicurezza - tutto questo va lasciato andare. Appartiene al passato e se tu ci ripensi, rievochi le stesse emozioni che quelle ferite ti hanno provocato. Questo rovina il tuo presente e tutta la tua giornata.

Non lasciare che accada ancora. Pratica il lasciar andare. Quando noti che un altro pensiero dal tuo passato sta infestando la tua mente, fermati, ricorda che è già nel passato e che non c'è nulla che tutta possa fare a riguardo, torna nel momento presente, respira profondamente, e lascia andare. Avere questo atteggiamento mentale verso tutto ciò che è legato al passato farà di te una persona più felice in un nonnulla.

2. Smetti di pensare troppo.

Meno è meglio. E questo vale anche per i tanti pensieri che affollano la tua mente. Riflettere è giusto in molte situazioni della vita, ma quando non raggiunge alcun risultato a parte aumentare la nostra preoccupazione e farci immaginare scenari catastrofici, una mente libera e vuota è una opzione migliore.

Pensare troppo significa stare continuamente ad immaginare come andranno le cose, cosa dice la gente di te, se vale la pena di fare quello che stai facendo, eccetera.

La principale caratteristica comune di questi pensieri è che non arrivano da nessuna parte. Pensieri di questo tipo ti frenano dall'agire, ti fanno sentire a disagio nelle situazioni sociali, trasformano ogni momento in una anticipazione angosciata di quello successivo.

Come fai a ripulire la tua testa e la tua anima se pensare troppo è diventata un'abitudine?

Imparando a svuotare la mente con esercizi quotidiani.

Non deve essere nulla di troppo complicato. Comincia a meditare cinque minuti ogni mattina. In seguito, aggiungi un'altra sessione prima di andare a letto.

Semplicemente trova un posto tranquillo, siediti, inizia a respirare profondamente, focalizzati sulla respirazione o su un pensiero positivo.

L'obiettivo è praticare la consapevolezza per tranquillizzare la mente. Non accadrà dal primo giorno, quindi sii paziente. Rifallo il giorno dopo e ti accorgerai di come diventi sempre più facile. Presto, acquisirai uno stato mentale in cui i pensieri superflui non hanno cittadinanza. Ci saranno solo libertà, appagamento, presenza.

3. Limita la quantità di informazioni che consumi.

Il sovraccarico informativo è un problema reale. Succedono così tante cose in ogni momento su cui vogliamo restare aggiornati che rischiamo di perdere il nostro equilibrio mentale.

I social media non aiutano di certo. Ogni volta che scorri la home di un social al quale sei iscritta, puoi sentirti sopraffatta dalla quantità di cose che vengono postate, oppure volerne sapere di più, o amareggiarti per qualcosa che hai letto, o iniziare a fare confronti su come stai vivendo tu rispetto agli altri e sentirti depressa.

E tutto questo può accadere nel giro di cinque minuti.

Poi apri la tua mail e vedi tonnellate di nuovi messaggi, ciascuno con i suoi link di cui vorresti sapere di più. Più tardi nel corso della tua giornata, ricevi stimoli da fonti di ogni tipo, altre persone di importunano con i loro problemi con mille mezzi, qualcuno ti manda messaggi, ogni quarto d'ora hai una notifica e tutto questo processo non si ferma mai.

A meno che non decida tu di fermarlo.

Non puoi avere pace mentale finché tutte queste cose, il 90% delle quali è totalmente ininfluente, ti ronzano in testa.

Quindi, ecco la soluzione:

  • dì un "no" forte e chiaro alla maggior parte di queste fonti di informazioni
  • datti un limite per l'uso dei social network e il check delle email
  • non leggere materiale che non riguardi il setore in cui lavori
  • cancellati dalle newsletters e lascia solo quelle che forniscono informazioni realmente utili
  • abituati a svuotare la mente un certo numero di volte durante la giornata.

4. Sostituisci le aspettative con l'accettazione

Pensaci. Ci aspettiamo talmente tanto da noi stessi e dagli altri intorno a noi che questo ci impedisce di essere chi siamo e di prenderci dei rischi, come quelli che comporta il godere della compagnia degli altri, ed essere grati per averli nella nostra vita.

Le aspettative sono negative. Ci rendono sempre insoddisfatti ed in attesa della cosa successiva. Quindi evitiamole. E sostituiamole con qualcosa di meglio - la capacità di accettare.

Sto parlando di accettare sé stessi per ciò che si e di sorriderci, ma anche di prendere consapevolezza della capacità di migliorarci lavorando duro e di credere in sé stessi.

Sto parlando di imparare ad accettare le persone nella tua vita come individui, senza aspettarsi che reagiscano in un certo modo, senza giudicarle o incolparle. Semplicemente essendoci per loro, accettando le loro qualità ed il loro stile di vita, ed apprezzando il fatto di avere attorno a te persone che ti amano.

Questo piccolo cambiamento farà una grande differenza in tutte le tue relazionie ti renderà più felice ogni giorno perché non ti aspetterai più così tanto e non stresserai gli altri perché non vengono incontro alle tue aspettative.

Adesso che sai che la semplicità è un bene per tutti, ed è benefica per la nostra pace interiore e la nostra felicità, non vivrai più i tuoi giorni inconsapevolmente.

Fai un piccolo passo al giorno dicendo di no ad un pensiero del passato, mettendo a tacere le voci nella tua testa e sorridendo a ciò che già hai, e osserva la trasformazione immediata che si produce nella tua mente.

Questo articolo, uscito sul magazine americano di psicologia e lifestyle Lifehack, è stato tradotto e pubblicato su Costellazione previa autorizzazione dell'autore: puoi trovarne la versione originale qui.


Patrick Banks

Patrick Banks vive a Berlino ed è un autore e dating coach appassionato di stili di vita sani. Offre consigli su come mangiare ben... Scopri di più sull'autore