Psicologia e crescita personale

Scelgo sempre l'uomo sbagliato: perché?

Shelly Bullard Shelly Bullard, 20 febbraio 2016
 L’attrazione è dominata dalle ferite narcisistiche L’attrazione è dominata dalle ferite narcisistiche

L'ego gioca un ruolo determinante nelle relazioni romantiche.

Ho passato anni a farmi questa domanda: “Perché mi ritrovo puntualmente attratta da persone che poi si rivelano sbagliate per me?”. Col tempo ho capito che la risposta è piuttosto semplice, in realtà.

Il motivo è che l’attrazione è dominata dalle ferite narcisistiche, dall'ego.

Ora, io so che l’espressione “sé ferito” può suonare forte, ma lascia che ti spieghi di cosa si tratta. Tutti noi siamo dotati di due “sé” – un sé inferiore (l’ego, che coincide anche con quello che sto chiamando sé ferito) ed un sé spirituale (sé superiore o adulto, anima).

Il sé inferiore è la parte di te che si sente incompleta. Mette continuamente in discussione il tuo valore, non si sente ma mai completo. Il mio sé ferito è quella piccola me che si chiede continuamente se è veramente degna di amore. È quella parte di noi che si sente sempre, in qualche modo, in difetto, che ha bisogno di continue conferme.

Dall’altro lato, siamo anche dotati di un sé spirituale. È il tuo sé superiore, la tua anima. Quella parte di te che è connessa con l’amore, la verità, la saggezza, la pace. Il tuo sé superiore sa, senza ombra di dubbio, che sei un essere meritevole di essere amato. E in questo senso è il contrario dell’ego.


In qualsiasi momento, stiamo agendo con l’uno o l’altro dei due ego. Molti di noi, sfortunatamente, vivono con l’ego in primo piano la maggior parte delle volte. Questo significa che ci sentiamo in qualche modo insignificanti ed impotenti e che lottiamo incessantemente per colmare queste carenze.

L’ego guarda fuori per cercare approvazione e completezza. Crede che una volta che avrà ottenuto _______(più soldi, un partner migliore, un lavoro migliore, una casa più bella, vacanze più belle), allora sì sarà davvero felice.

Ma… poi alla fine non è mai felice. Non a lungo almeno. Perché è nella natura dell’ego sentirsi incompleto. Quindi, se tu vivi nella prospettiva dell’ego, sei destinato a sentirti sempre come se ti mancasse qualcosa. La vita, in quest’ottica, non è così bella.

L’ego si attiva intensamente quando si tratta di relazioni romantiche, perché è proprio nel campo delle relazioni che accumuliamo le più grandi ferite.

Ci siamo tutti sentiti delusi o feriti da una relazione in passato; ci portiamo questa ferita dentro nell’età adulta (spesso senza esserne consapevoli). Se tu hai dentro una ferita non curata della tua infanzia, attrarrai esattamente quelle persone che ti faranno rivivere la stessa emozione, finché non avrai preso coscienza di quella ferita e l’avrai curata.

Se ad esempio la tua ferita da bambino consiste nell’esserti sentita invisibile o respinta, è molto probabile che da adulto attirerai relazioni che ti faranno sentire precisamente in quel modo. Ecco come, attraendo la persona sbagliata, ti predisponi ad una relazione che conferma certe dinamiche.

donna triste


Il tuo inconscio attira a te persone che riaprono le tue ferite. E la ragione è che in questo modo tu cresci.

Questa è una parte dura e frustrante del processo di crescita. Ma considera che funziona in questo modo: stai riaprendo le tue ferite in modo da poterle, alla fine curare. Noi non possiamo curare qualcosa che non vediamo o sentiamo; non possiamo curare ferite di cui non siamo consapevoli. Il sentimento “scomodo” e frustrante deve salire in superficie per essere affrontato e superato.

E come fai a superarlo?

Identificandoti nel tuo sé superiore.

Ricorda, il tuo vero sé, quello superiore, è la parte di te che sa tutta la verità sul tuo conto. Sa che vali, che sei divertente, capace, potente. Vista attraverso la lente del vero sé, tu sei completa. Sei un essere umano imperfetto e con dei difetti, ma in un’ottica più ampia tu sei un’anima.

Sei bella.

Sei importante.

Sei speciale.

Sei amore.

Questo è ciò che il tuo vero sé sa di te e voglio che lo sappia anche tu adesso.

Identificandoti nel tuo sé superiore (l’amore dentro di te) la tua compulsione a giocare con le tue vecchie ferite insieme ad altre persone diminuisce e in certi casi sparisce del tutto.

Quando tu risvegli la verità del tuo sé superiore, capisci che persone sbagliate servivano solo per spingerti nel “giusto” stato mentale: uno stato mentale che non fa domande sul tuo valore. Sfortunatamente, nulla ispira la nostra crescita più di un cuore spezzato.

Il tuo sé superiore vuole che ti identifichi con esso; vuole che tu sia ciò che davvero sei. Rivendica l’amore dentro di te, e curerai le tue relazioni da dentro a fuori.

Questo articolo è stato tradotto e pubblicato su Costellazione su autorizzazione dell'autrice. Nella versione originale puoi leggerlo qui.


Shelly Bullard

Shelly Bullard è una ex terapeuta di coppia e familiare diventata poi una nota love coach. Nella sua storia personale, ha usato  l... Scopri di più sull'autore