Psicologia e crescita personale

Confrontarsi? Solo su due cose vale la pena farlo...

Jeanne Floresca Jeanne Floresca, 25 maggio 2016
Alimenta pace ed amore dentro di te. Alimenta pace ed amore dentro di te.

Si cresce davvero solo nel confronto con sé stessi.

Ci sono solo due cose su cui valga la pena di confrontarsi a questa età - quella età in cui raggiungi la consapevolezza che confrontarti, in generale, ti porta solo stress ed angoscia - e sono l'amore e la pace che sperimenti oggi, rispetto a quelli che sentivi prima.

Raggiungere la pace interiore e sentire più amore sono aspirazioni "timeless", senza tempo.

Più il tuo nucleo interiore è in equilibrio, calmo ed in armonia, meglio tu riesci a gestire le sfide e le sorprese della vita. Più amore vivi quotidianamente, più serena ed appagante è la tua esistenza. Essere consapevole del tuo stato di pace interiore e dell'amore che abita la tua vita e impegnarti per alimentare questi aspetti giorno per giorno è uno sforzo che vale assolutamente la pena di fare.

Voglio sottolineare ancora una volta che queste due sono le uniche cose su cui vale la pena di confrontarti perché tutte le altre, ad esempio felicità, successo, forma fisica, salute eccetera sono quasi totalmente in uno stato di flusso e compararsi rispetto ad esse ti porta facilmente a delusioni.

Ad esempio, essere felici tutto il tempo è impossibile e comparare il tuo livello di felicità - da un giorno all'altro - ti creerebbe solo stress ed infelicità. Inoltre, avrei anche da eccepire che sentirsi sempre felici sarebbe innaturale.

Dovresti riuscire a vivere l'intero spettro dei tuoi sentimenti senza avvertire la pressione di sentirti felice se non è davvero ciò che stai sentendo. A volte, va bene arrendersi ai propri sentimenti più spiacevoli. Ci sono importanti lezioni di vita e di crescita personale che arrivano proprio da esperienze di tristezza, rabbia, perdita, e così via.


Confrontare il tuo livello di successo di giorno in giorno ti può indurre a giudicarti troppo duramente ed a coltivare aspettative eccessive su te stessa. Non sto dicendo che non dovremmo impegnarci per raggiungere i nostri obiettivi. Dico piuttosto che dovremmo cercare di raggiungere i nostri obiettivi con un senso di "timelessness", di assenza di tempo - come se avessimo tutto il tempo del mondo e non fosse mai troppo tardi per fare ciò che vogliamo.

Se sai di essere una persona che fa quello che si propone di fare e non hai tendenza a procrastinare, comparare i tuoi sforzi e risultati su base giornaliera significherebbe fare "micromanagement", ossia applicare a te stessa un eccesso di controllo. Nella storia del mondo, l'iper controllo non è mai stato divertente da subire ed è discutibile se esso abbia mai portato a qualche risultato positivo.

Confrontare anche il nostro livello di fitness da un giorno all'altro significa essere eccessivamente critici con sé stessi. Innanzitutto, il nostro corpo è in costante adattamento all'ambiente circostante. Il nostro umore, lo stress che viviamo, l'alimentazione, l'equilibrio ormonale, la qualità del nostro sonno ecc influenzano il nostro stato energetico, che influenza la risposta al fitness. Inoltre, aspettarsi di fare di più, migliorare e migliorare ogni giorno grazie agli sforzi del giorno prima non ti porterà da nessuna parte se non ad uno stato di esaurimento psico-fisico.

Quell'adagio popolare spesso applicato anche nel fitness che dice "voglio solo essere meglio di ieri" è solo una ricetta per abbatterti perché non considera tutte le variabili che influenzano la tua mente, il tuo corpo, ed il tuo benessere spirituale. Ti porta anche a pensare che non si vada bene così come si è - che dovremmo fare sempre qualcosa per migliorare noi stesse ed essere viste come "giuste", abili, di successo, belle o qualsiasi altra cosa che pensiamo di non essere.

Non ti sto dicendo che lavorare per migliorarsi sia male - impegnarsi per fare meglio è una cosa per lo più positiva - ma al di sotto di questo sforzo ci dovrebbe essere un senso di accettazione di compassione per noi stesse. Se non ti ami e ti accetti con le tue imperfezioni, anche quando otterrai quello che desideri troverai in te qualcosa di non accettabile o non amabile.

Invecchiare è una benedizione ed un dono che non a tutti è concesso. E' importante che tu ami ed accetti la persona che sei o potresti perdere l'opportunità di conoscere ed amare la vera te - e ciò sarà un sicuro rimpianto per te.

Alimenta pace ed amore

Può darsi che tu ti stia chiedendo, se la comparazione di solito crea sentimenti negativi e pensieri limitanti, non accadrà lo stesso se la comparazione riguarda la pace e l'amore?

Dico di no perché quando ti rivolgi a te stessa chiedendoti "quanta pace e quanto amore sento" oppure "come posso sentire pace ed amore qui ed ora" - qualcosa di bello accade nella tua mente, nel tuo corpo e nel tuo spirito.

Prova a fare un esercizio di consapevolezza, rispondendo (davvero) a queste domande.

Chiediti "Quanta pace ed amore sento in questo momento?" Chiudi gli occhi e fallo.

Hai notato cosa è accaduto nel tuo corpo? Sono sicura al 99% che tu abbia fatto un profondo respiro. Sono anche sicura che la tua mente si sia calmata all'istante durante quel respiro e che tu abbia avvertito un senso di pace e sentito la tua energia espandersi nel tuo petto.

Chiediti adesso "Quanta pace ed amore sento oggi in confronto a ieri?" Chiudi gli occhi e pensaci.

Scommetto che non lo sai, che la mente ti dà una risposta vuota.

E' la cosa più tosta, questa. La nostra mente tiene benissimo memoria degli stati d'animo di dolore, irritazione, tristezza ed in generale dei sentimenti negativi, ma non sembra altrettanto diligente nel registrare gli stati d'animo positivi.

Quindi quando cerchiamo di confrontare i nostri attuali sentimenti di pace e di amore con le nostre esperienze precedenti, non ce ne ricordiamo, e se ci riusciamo, non ci giudichiamo troppo duramente. Inoltre, la nostra mente crea automaticamente sentimenti di pace e di amore quando portiamo la nostra attenzione su questo. Il nostro corpo ci segue rallentando, rilassando la muscolatura, aumentando il livello di consapevolezza così che sentiamo subito più pace ed amore.

Più ci sforziamo di cercare - sentire - più pace ed amore nel momento presente, più ci avviciniamo al nostro nucleo. Ci mettiamo in contatto con il nostro sé superiore - spirito - o comunque tu voglia chiamare lo stato in cui sei quando sei piena di amore e pace.

Ed eccoti un'ultima domanda da fare a te stessa, "Come posso sentire più pace ed amore qui ed ora?" Chiudi gli occhi e chieditelo.

Cosa è accaduto? Ho la sensazione che il tuo intuito/spirito/cuore ti abbiano dato una risposta.

Questa è probabilmente la migliore domanda che puoi farti quotidianamente. Farlo abbassa le tue tensioni, ti aiuta a raggiungere una coerenza corpo-spirito e ti aiuta a nutrire i tuoi sentimenti di pace e di amore. Ti raccomando di farti questa domanda quando sei in preda a sentimenti negativi. Ma fallo quando hai accettato a sufficienza questi sentimenti negativi e sei pronta per portare pace ed amore nella tua equazione.

Possano i tuoi sentimenti di pace ed amore crescere sempre.

Jeanne

Il presente post è tratto, precisamente, da questoarticolo di Jeanne Floresca, che è stato tradotto e pubblicato su Costellazione previa sua autorizzazione.


Jeanne Floresca

Jeanne Floresca è una life coach americana, di San Francisco – California, che lavora principalmente con le donne con l’obiettivo... Scopri di più sull'autore