Sentimenti, relazioni, sessualità

Evitare di trasformare un primo appuntamento in un colloquio di lavoro? Ecco come

Damona Hoffman Damona Hoffman, 07 dicembre 2017
Creare i presupposti di una conversazione fluida Creare i presupposti di una conversazione fluida

Individua prima dell'appuntamento alcune cose di cui ti piacerebbe parlare. Poi, tieni conto delle reazioni dell'altro.

Questo articolo è estratto da questo programma di Damona Hoffman.

Gli argomenti

Individua prima dell'appuntamento alcune cose di cui ti piacerebbe discutere. Attieniti alle cose che ti appassionano. Uomini: no, non potete parlare solo di sport. Donne: non potete parlare solo di moda. Uomini e donne: non potete parlare solo di televisione. Parlare di media e di cultura pop può essere un buon inizio perché si tratta di cose di conoscenza comune, tuttavia una volta rotto il ghiaccio, è necessario avere altro di cui parlare. E se ti accorgi che l'altro non è esattamente entusiasta del tuo programma preferito, lascia pure cadere l'argomento. 

C'era una volta un ragazzo ansioso che ad un primo appuntamento non parlò di altro che della trama della serie The Office, ma proprio dall'inizio alla fine. Sfortunatamente, la donna con cui era uscito odiava la serie ed aveva a stento visto un episodio intero. Ciò che è peggio è che lui era talmente entusiasta del particolare umorismo di The Office che neppure si accorse del disinteresse di lei. Qualsiasi cosa ti entusiasmi, non forzare l'interesse della persona con cui sei. Solleva il tema e se l'altro non reagisce mostrando interesse, cambia argomento.

Non dovresti aspettarti di parlare di tutti gli argomenti a cui hai pensato. Ricordati che parliamo di un appuntamento, e non di un colloquio di lavoro. Ma sapere che ci sono cose di cui puoi parlare se ci fosse un vuoto nella conversazione e che ci sono cose di te che ti piacerebbe che al'altro scoprisse in fretta ti può aiutare a dare all'appuntamento il giusto ritmo e la giusta direzione. 

Non dovrebbe essere necessario dirlo, ma assicurati che argomenti sensibili come politica e religione non entrino in discussione in un primo appuntamento. Va bene fare cenno alla tua religione se è qualcosa di importante per te, ma non dovresti intraprendere discorsi impegnativi su conversioni e simili finché non siete a vostro agio insieme e le cose si avviano verso la serietà. 

Storia personale

Ciò che ti rende diversa da chiunque altro sono le tue esperienze personali. Non devi essere una persona con eccezionali doti di narrazione, ma chiunque di noi ha una storia da raccontare su un momento decisivo della vita o una avventura coraggiosa dell'infanzia. Tieni in mente qualche storia che apra all'altro una finestra di visibilità su chi sei e cosa ti interessa. 

Do sempre questo consiglio agli attori che seguo quando si preparano per un'audizione o un incontro. Non dovresti mai aspettarti che sia l'altro a guidare la conversazione o pensare che lo farà. Sii consapevole di ciò che vuoi che si dica di te anche prima di iniziare la conversazione. Sii sempre flessibile e osserva come l'altro eventualmente conduce il dialogo. 

Avere una storia nel taschino è utile per tutti ma suggerisco sempre di osservare la situazione specifica per capire se sia il caso di tirarla fuori.

Le domande giuste

Essere un buon conversatore non è, in realtà, qualcosa che si impara dai libri. Ma comunque, la cosa migliore che puoi fare in questo senso è imparare ad ascoltare correttamente. E' probabile che l'altra persona dica qualcosa di cui tu vuoi sapere di più. Quindi, fai una domanda specifica in merito. Inoltre, tutti amano parlare di sé. Se porti l'altro a parlarti di qualcosa che gli piace, ricorda che potrebbe essere nervoso quanto te. Se invece si stanno divertendo a parlarti di sé, indovina? Potrebbero trovare TE più interessante. Questo perché ti assoceranno alla sensazioni che hanno avuto stando con te, non necessariamente a ciò che hai detto.

Ho imparato che le persone possono dimenticare ciò che hai detto, le persone possono dimenticare ciò che hai fatto, ma le persone non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire.” (Maya Angelou)

Ma tu non vuoi che siano solo loro a fare domande e sempre tu a parlare di te. Per cui, ogni 10 o 15 minuti chiediti se hai fatto delle domande, o come l'altro sta reagendo a ciò che gli racconti. Chiediti se stai avendo la sensazione di parlare troppo. Una volta che hai la risposta a tutte domande, aggiusta la tua interazione con la'altra persona conseguentemente. 

Assicurati di inquadrare il profilo dell'altra persona prima dell'incontro. Questo ti permette di farti un'idea della loro vita e fa capire all'altro che da parte tua c'è interesse. Ha detto qualcosa che non hai capito? Qualcosa che ti ha intrigato? Qualcosa che avete in comune e di cui vuoi parlare anche tu? Il bello dei primi appuntamenti è che il loro percorso è già tracciato per te. 

***

Questo articolo è stato tradotto e pubblicato previa autorizzazione dell'autrice. Puoi trovarne la versione originale qui.


Damona Hoffman

Damona Hoffman è una dating coach certificata, ospite fissa di The Dates & Mates Radio Show & Podcast. Ha partecipato come... Scopri di più sull'autore